Come progettare in stile minimal




"Less is more" è la frase che descrive appieno l'essenza dello stile minimal, ovvero "meno è più", cioè nel dubbio togli...ma cosa davvero togliere, o aggiungere, nel progettare uno spazio che vuole essere minimal?


1. La prima regola è imparare a fare a meno di mettere in mostra tutto, ma proprio tutto, ciò che si possiede, compiendo una cernita mirata agli oggetti e agli arredi più interessanti, che caratterizzano un ambiente. Quindi, è bene inserire arredi che svolgano la propria funzione, ne più, ne meno, senza indulgere in oggetti non necessari alla funzionalità di uno spazio.
E' quasi sottinteso che i mobili debbano avere linee diritte e pulite, senza decori o fronzoli, disposti preferibilmente in regolare ma asimmetrica, secondo una precisa geometria.

2. Passando al colore, ebbene nello stile minimal c'è ne è davvero molto poco, e forse meno; bianco e nero sono infatti le due tonalità fondamentali, accompagnate da qualche sfumatura di grigio.

3. Infine la decorazione: non sovraccaricare ogni piano è la regola fondamentale, quindi per ottenere un effetto piacevole scegliere gli oggetti da esporre in maniera razionale raggruppandoli in gruppi di tre.

Seguendo questi semplici accorgimenti, il risultato finale sarà un ambiente pulito e sofisticato, caratterizzato da un'armonia intrinseca.




Via




  1. ilprisciodeldesign:

    Adoro il minimal con influenze nordiche! :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...