226mila posti di lavoro grazie ai Bonus Ristrutturazioni




Incoraggianti le stime del Cresme e del Servizio Studi della Camera sulle ricadute economiche e occupazionali delle detrazioni del 50% e 65% per le ristrutturazioni edilizie e la riqualificazione energetica degli edifici.

I Numeri

Il Cresme spiega che è cresciuta considerevolmente la quota dei lavori incentivati (e quindi necessariamente regolari) rispetto al totale del mercato della riqualificazione edilizia: nel 2013 si è arrivati al 60,7% del totale, cioè 27,3 miliardi incentivati su un totale di 45 miliardi. Nel 2012 questa quota era pari al 43,2% (19,2 miliardi su 44,1) e nel 2011 del 39,1% (17,7 miliardi su 45,3). L’ENEA fa sapere che le pratiche inviate all’ENEA nel 2013 per usufruire delle detrazioni fiscali del 65% per la riqualificazione energetica degli edifici sono state più di 355.000, con un aumento di circa il 35% rispetto al 2012. Soddisfatto il Ministro delle Infrastrutture e trasporti Maurizio Lupi:
dati molto positivi, un fisco amico aiuta la ripresa.
I bonus fiscali per le ristrutturazioni funzionano. È la prova che il fisco, usato in modo non vessatorio nei confronti delle imprese e dei cittadini, può essere una leva per la ripresa.

Verso la proroga per il 2015

Sorvolando sull'ossimoro "fisco amico", i buoni risultati sia in termini di ricaduta sull'indotto che di risparmio energetico, rendono probabile una proroga delle agevolazioni per il 2015.
Almeno, al momento è quanto ha promesso il Ministro Lupi domenica scorsa a Campi Bisenzio (Firenze) nel corso delle celebrazioni per i 50 anni dell’autostrada del Sole.

Le guide

Vi mettiamo a disposizione le guide aggiornate sui bonus fiscali per riqualificazione energetica, ristrutturazioni e acquisto mobili da scaricare e consultare:

Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali - pdf
Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico - pdf

Il Bonus arredi - pdf


fonti: Edilportale
Agenzia delle Entrate




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...