Dream on...




Finalmente Domenica, tempo di sognare e rilassarsi...chi non vorrebbe una camera con vista come questa?

Comunicazione di servizio: Domani Google Reader smetterà di funzionare, ma niente paura! Il web è pieno di rss readers altrettanto ben fatti e comodi da usare; i nostri preferiti, dove trovate anche Coffee Break | the italian way of design sono bloglovin' disponibil e per pc o per Ipad - Iphone e Android e Flipboard per Ipad - Iphone e Android. 
Non rimanete indietro con i ns post, cercateci su Facebook, Twitter e Pinterest!

Via Architizer



Detrazione 50% sugli elettrodomestici da incasso




Un emendamento approvato dalle Commissioni Finanze e Industria del Senato, nel corso dell’esame del DDl di conversione del DL 63/2013di proroga delle detrazioni fiscali del 50% per le ristrutturazioni e del 65% per la riqualificazione energetica ha esteso il beneficio fiscale, il cosiddetto bonus mobili, agli elettrodomestici da incasso per la cucina ( forni, lavastoviglie e frigoriferi), di classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni) e comunque agli elettrodomestici sui quali sia prevista l’etichetta energetica.

Ricordiamo che il decreto 63/2013 del governo Letta, pubblicato in G.U., prevede la proroga degli ecobonus previsti per gli interventi di riqualificazione energetica e delle agevolazioni per ristrutturazioni edilizie, in più viene data nell'ambito della ristrutturazione, la possibilità di usufruire di un bonus anche per l'acquisto di mobili; le spese dovranno essere state fatte entro il 31 Dicembre 2013.

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE

CONDIZIONI:
viene concessa la proroga fino al 31 Dicembre per detrarre dall'IRPEF le spese sostenute nella ristrutturazione della propria abitazione con bonus che rimane invariato al 50%; anche il tetto massimo di spesa rimane a 96 mila euro e la ripartizione in 10 rate annuali.

NB. L’obbligo di indicare in fattura il costo della manodopera è stato soppresso dal decreto legge n. 70 del 13 maggio 2011. 

COME OTTENERE IL BONUS:
Per godere del bonus è necessario in primo luogo ottenere un numero e protocollo di pratica edilizia in Comune a cui fare riferimento (CILA, DIA etc), quindi:

- inviare, quando prevista, all'Azienda sanitaria locale competente per territorio, prima di iniziare i lavori, una comunicazione con raccomandata A.R., tranne nei casi in cui le norme sulle condizioni di sicurezza nei cantieri non prevedono l’obbligo della notifica preliminare alla Asl;

- pagare le spese detraibili tramite bonifico bancario o postale, da cui devono risultare la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.
Per usufruire della detrazione è NECESSARIO indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell'immobile e, se i lavori sono effettuati dal detentore, gli estremi di registrazione dell'atto che ne costituisce titolo e gli altri dati richiesti per il controllo della detrazione.

NB. L'obbligo dell'invio della comunicazione di inizio lavori è stato soppresso, infatti, dal decreto legge n° 70 del 13 maggio 2011.

COSA SI PUO' FARE:
I lavori per i quali spettano le agevolazioni fiscali sono quelli elencati nell’articolo 3 del Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia, approvato con Dpr 6 giugno 2001, n. 380 e successive modificazioni. Quindi godono della detrazione interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento, ristrutturazione edilizia e urbanistica, in più i lavori necessari ad adeguamento sismico. Fanno parte dei lavori che possono usufruire del bonus anche quelli effettuati su parti accessorie dell'edificio come garages, inoltre installazione di impianti di domotica, impianti di sicurezza e interventi volti ad abbattere l’inquinamento acustico, interventi su edifici soggetti a stato di calamità naturale ed infine interventi volti a rimuovere barriere architettoniche. Inoltre è possibile detrarre le bonifiche degli edifici da sostanze dannose come l'amianto.

BONUS MOBILI:
forse la novità più significativa del decreto è la possibilità di recuperare il 50% per l’acquisto di mobili nell'ambito della ristrutturazione fino ad un massimo del 10 mila euro.

CHI PUO' USUFRUIRE:
Gli aventi titolo a beneficiare del bonus sono non solo i proprietari di immobile ma anche chi ne usufruisce come detentori della nuda proprietà o usufrutto, affittuari o comodatari, i famigliari del proprietario dell’abitazione.

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

CONDIZIONI:
sin dal 6 giugno 2013, (data di pubblicazione del decreto, e non dal 1 luglio 2013 come annunciava la bozza del Decreto stesso) fino al 31 dicembre 2013 gli ecobonus per interventi di riqualificazione energetica aumenteranno dall'attuale 50% fino al 65%.

COSA SI PUO' FARE:
L’agevolazione è valida per interventi che prevedano installazione di pannelli per la produzione di acqua calda alimentati da energia solare, installazione di impianti di climatizzazione, interventi atti a migliorare l'efficienza termica di un edificio (isolamento delle pareti, coibentazione dei sottotetti etc), sostituzione di finestre e infissi.

CHI PUO' USUFRUIRE:
Gli aventi titolo a beneficiare del bonus sono i proprietari di immobile e chi ne usufruisce come detentori della nuda proprietà o usufrutto, affittuari e famigliari del proprietario dell’abitazione.
La novità più importante introdotta riguarda l'estensione e proroga dell’ecobonus ai condomini per un anno (scadenza 31 dicembre 2014), tenendo conto che le decisioni condominiali hanno tempi più lunghi per essere attuate.


Info: Agenzia delle Entrate
Immagine via Raimondi Cucine



CAFElab Studio di Architettura | Contact Form




Hai bisogno della la nostra esperienza per rinnovare, cambiare o semplicemente rendere interessanti ed originali i tuoi ambienti?
Cerchi una nostra consulenza per ripensare e riorganizzare in maniera razionale i tuoi spazi basandosi sui tuoi BISOGNI e sui tuoi DESIDERI?

CAFElab Studio si occupa di architettura, lighting design ed interior design.
Progettiamo per i nostri clienti (enti pubblici, professionisti e privati cittadini) spazi di vita confortevoli e funzionali.
[tweet this]

Ecco come lavoriamo:
  • elaborazione del concept di progetto: l'idea di progetto nasce dall'interpretazione delle necessità e dai desideri del cliente. Attraverso il concept, definiamo il progetto preliminare attraverso disegni, schemi funzionali e suggestioni mirate.
  • fase progettuale di dettaglio: l'idea di progetto viene verificata e definita in tutti i suoi aspetti per la sua realizzazione. In questa fase entra in gioco l'interior design per caratterizzare in maniera originale e significativa gli spazi attraverso la scelta di arredi, forniture ed illuminazione.
  • analisi dei costi e delle lavorazioni: l'individuazione dei costi e delle lavorazioni è necessaria per calibrare scelte e decisioni progettuali e per selezionare l'impresa affidataria.
    Nei nostri lavori ci rivolgiamo a maestranze di nostra fiducia, per avere il massimo controllo sul progetto e soprattutto sul risultato finale.
  • pratiche burocratiche: vengono espletate le necessarie formalità burocratiche, ove necessarie, presso comuni o enti preposti.
  • cantiere e direzione lavori: supervisione delle fasi lavorative per la corretta realizzazione del progetto.
  • Su richiesta, offriamo un servizio di gestione e mediazione degli aspetti pratici ed economici tra cliente ed impresa durante la fase realizzativa.


Per visionare alcuni nostri lavori:
www.cafelab.it

CONTACT FORM


Html email form powered by 123ContactForm.com | Report abuse
Immagine via DesiretoInspire



Vivere in 29 mq




Questo piccolissimo loft si trova in Polonia, è stato realizzato dallo studio di architettura 3XA con l'interior designer Ewa Czerny e misura soltanto 29 mq.
L'altezza di 3,7 m non ha permesso di realizzare un soppalco, solo sulla zona dedicata ai libri è stato ricavato una sorta di palchettone. Naturalmente cucina e soggiorno, ridotte ai minimi termini, affacciano su un unico ambiente. Infine, per dare l'impressione che l'ambiente prosegua, si è posizionata sul muro una porta cieca di recupero.

NB. Piccola nota a cura degli architetti di CAFElab: In italia la normativa dice che "l'alloggio monostanza, per una persona, deve avere una superficie minima, comprensiva dei servizi, non inferiore a mq 28, e non inferiore a mq 38, se per due persone" (D.M. Sanità 5 luglio 1975)






Via Architizer



Un appartamento a Parigi




L'architetto statunitense Michael Herrman, è intervenuto sull'appartamento in cui vive con la sua famiglia decidendo di creare una serie di viste particolari, che gli dessero nuova vita.
Il "pezzo forte" è un solaio in vetro che, con una scala, connette non solo visivamente i due livelli dell'appartamento e  soprattutto permette la vista del cielo...






Via Dwell



Uno studio raffinato




In questa sorta di pied-à-terre - studio a Manhattan l'atmosfera che si respira è decisamente maschile; il progetto è dell'architetto Rick Joy per un uomo d'affari statunitense, Paul Palandjian.
Colori neutri alle pareti e sul pavimento offrono la scenografia adatta per l'inserimento di arredi nei toni scuri del nero, marrone o grigio.
Le tende che circondano il letto lo separano creando una sorta di stanza dall'effetto monumentale; in un angolo trova posto un semplice ma rigorosissimo home-office  in metallo brunito pensato da Patricia Urquiola.







Via New York Times



Una casa torre a Rovigno




L'antico ed il moderno coabitano con successo in questa casa-torre in pietra del XVIII secolo, recuperata da Zaetta Studio a Rovigno (Croazia), per un risultato davvero attuale.








Immagini: HomeDSGN | Zaetta Studio



Un giardino in blu | work in progress




Oggi vi presentiamo il progetto di un giardino privato pensato da CAFElab Studio a Roma. [tweet this]

L'abitazione è sita in una delle propaggini di Roma che si estende verso Nord;
abbiamo trovato il giardino "reduce" dai lavori di pavimentazione del percorso pedonale e dell'orangerie, alcune piante di pregio, una cycas ed alcuni alberi di agrumi andavano assolutamente salvate e reinserire nel nuovo contesto.

Poichè le richieste dei proprietari erano diverse e differenziate secondo i bisogni e desideri di ogni membro della famiglia, il primo approccio che abbiamo avuto è stato ragionare innanzitutto per aree funzionali/tematiche ben definite; abbiamo così individuato degli spazi dove rilassarsi, mangiare, dedicarsi al gioco ed allo sport ed infine esercitare il proprio olfatto.

I colori

Nella scelta delle essenze e delle specie vegetali ci siamo lasciati guidare, in accordo con l'orientamento e l'esposizione del giardino, dalla scelta di accostare forme e colori dei fiori e del fogliame per creare elementi compositivi caratterizzati da sfumature di argento, azzurro e lilla in primo piano e tinte blu e viola sullo sfondo.

Le essenze

Lungo il percorso che dall'ingresso si snoda attraverso il giardino, nelle bordure sono accostati Senecio Cineraria, Nepeta per Faassenii e Iris Barbata, mentre Hindrangea Blu come cespuglio che segnala l'accesso all'orangerie.
Un'aiuola è stata destinata a Giardino dei Semplici, con sullo sfondo gli steli flessuosi della Lavanda ed i cespugli di Rosmarino e Salvia, a digradare piccoli cespugli di Erba Cipollina, Timo ed Origano.

Abbiamo deciso di rivestire il muro di cinta con Rincosperma Jasminoides, specie resistente e molto profumata, che fa da sfondo prospettico verso la piscina.

L'angolo romantico

Al centro del giardino, abbiamo inserito una panchina per creare un angolo romantico dedicato al relax/lettura, leggermente defilato, circondato da Iris Barbata e Nepeta per Faassenii, a cui fa da sfondo una cascata di rose rampicanti.






Info: CAFElab Studio



Dalla Russia con amore




Quest'appartamento, che ha una storia che risale all'imperatore di Russia, è stato recuperato da Ekaterina Sokolova con grazia ed intuito; particolari ed azzeccati i dettagli dell'illuminazione.






Fonte: Afflante



Buon lunedì!




Hai bisogno della la nostra esperienza per rinnovare, cambiare o risolvere semplicemente problemi di spazio? Cerchi una nostra consulenza affinchè ripensiamo in maniera razionale i tuoi spazi e li riorganizziamo per te, basandoci sui tuoi BISOGNI e sui tuoi DESIDERI? Vuoi rendere interessanti ed originali i tuoi ambienti?
Contattaci compilando il modulo sottostante, non tarderemo a risponderti!

Do you need our experience?
We can design for you?
Do you want to advertise your product on our blog?
Contact us by filling out the contact form below, not delay to answer you!



CONTACT FORM

Html email form powered by 123ContactForm.com | Report abuse



Atmosfere di carta




Sfondi grunge o vagamente steam punk, tendaggi e stucchi dall'aria decadente che richiamano gli interni di vecchi palazzi nobiliarin caduti in rovina, sono alcuni dei soggetti che caratterizzano le nuove carte da parati, adatte - pensate!- addirittura per essere messe in luoghi umidi come il bagno o il giardino!
Noi le utilizziamo per dare una particolare atmosfera ad un ambiente, su una sola parete, per un effetto fondale decorato, ed allo stesso tempo per proteggere il muro, la maggior parte delle volte sulla parete dietro il letto.






Immagini: Wall & Decò



Summer Shadows



 

Buon primo giorno d'estate a tutti!

Ci piacciono queste sfumature particolari per la pittura delle pareti, nei prossimi giorni approfondiremo e vi racconteremo...


Immagini: Westelm




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...