Philips Hue: lighting design fai da te




Il prodotto non è particolarmente nuovo, in effetti è in commercio da quasi un anno, nominato da Forbes uno dei prodotti più interessanti del 2012, il Philips Hue Connected Bulb è una vera rivoluzione se pensiamo alla semplificazione che introduce nella gestione dell'impianto di illuminazione domestico.

Cos'è

Il sistema Philips Hue consiste in sistema di lampadine LED colorate (non esattamente RGB) connesse tra loro tramite WiFI e controllabili da Smarthphone e Tablet; come si può intuire il setup è molto semplice e immediato e dall'APP si possono regolare sia l'intensità luminosa che il colore, dalla tonalità di bianco a qualsiasi colore dello spettro luminoso.


Lo Starter Kit è composto da una base da connettere al router wifi domestico e da 3 lampadine a LED a 8,5W con una resa teorica dichiarata di 600lumen, equivalenti alla luce di una lampadina a incandescenza tradizionale di 45-50W, uteriori lampadine possono essere acquistate separatamente.
L'App è scaricabile dai rispettivi appstore e ha al suo interno dei preset, la cosa divertente è che si possono usare le fotografia della propria libreria per scegliere i colori delle luci.


Domotica

Da lighting designer sappiamo bene che un sistema domotico vero e proprio è decisamente più versatile e completo, si possono controllare anche da remoto tutti gli aspetti degli ambienti abitativi, chiusure, illuminazione, telesorveglianza, controllo dei carichi... si può annaffiare le piante o accendere la sauna da remoto!
Utilizzando apparecchi luminosi che supportano protocolli Dali o DMX si possono creare scene luminose ambiente per ambiente, temporizzate, coordinate con musica, scegliendo con estrema cura la sorgente luminosa, la qualità, il colore preciso ecc.

Ovviamente un sistema del genere ha un costo non indifferente, inoltre va realizzato al momento della nuova costruzione o di una ristrutturazione pesante di una abitazione.


Semplice

Philips Hue Connected Bulb non è niente di tutto questo; le lampadine hanno attacco E27 (a vite) sono quindi una soluzione retrofit ideale per l'ambiente domestico, basta acquistare la scatola, portarla a casa, scaricare l'App e in 5 minuti è pronto un impianto di illuminazione colorata variabile controllabile con estrema semplicità!
Se chi ci legge ha mai provato a gestire un impianto di luce variabile tramite uno dei controller commerciali Dali o DMX si renderà bene conto dell'ENORME semplificazione di cui stiamo parlando!

Certo, l'App di Philips è ancora un pò acerba, ma è solo questione di tempo e di ottimizzazione del software.




ulteriori info su Meethue
per vedere la lampadina aperta: Philips Hue (Bulb) Teardown




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...