Eco-cucina con la lavastoviglie




Avete letto bene il titolo, e se guardate l'immagine, avrete piena conferma di quello che già avete intuito: questo post parlerà della eco-cucina a vapore con la lavastoviglie!
Confermando la nostra idea che la cucina, per gli italiani, è il cuore e il fulcro della casa, dove  non solo si sperimentano ricette ma nascono modi alternativi di approcciarsi agli elettrodomestici sempre più tecnologici e perchè no, qualche geniale idea per attuare un pò di risparmio energetico!
E' questo il caso della cucina a vapore con la lavastoviglie; ecco i numeri e le dovute spiegazioni!


Secondo uno studio eseguito da Altroconsumo, è emerso che lavando i piatti sotto l’acqua corrente si possono consumare fino a 60 litri d’acqua; invece, con una lavastoviglie classe A impostata sul programma Eco, si consumano mediamente 16 litri d’acqua, mentre se la classe scende, si raggiungono i 26 litri.
In sintesi, per avere un'idea del risparmio, con sette lavaggi settimanali e una lavastoviglie classe A in programma eco, si salvano 400 m² di foresta e soprattutto fino a 100 euro.

E la corrente?... direte voi... ebbene, tenendo conto che un’altra variabile che incide sul consumo di energia è relativa all'uso di acqua calda o meno, sappiate che per scaldare 60 o 20 litri d’acqua si consumano rispettivamente circa 2,17 e 0,72 kwh; una lavastoviglie classe A con il programma Eco consuma dai 0,8 ai 1,5 kwh e se la lavastoviglie è direttamente collegata alla caldaia si possono risparmiare ulteriori kw.

NB. Per un risparmio "vero" è ovviamente necessario ricordare che la lavastoviglie sia utilizzata solo a pieno carico, scegliendo i lavaggi a bassa temperatura e con detersivi vegetali e 100% biodegradabili!

Ma torniamo alla cucina in lavastoviglie...

Usare la lavastoviglie per cucinare può essere interessante perchè il vapore che si sviluppa al suo interno durante un ciclo di lavaggio  è simile a quello che si sprigiona nella cottura a vapore. In più, è possibile scegliere le temperature di cottura  in base al programma selezionato per il lavaggio delle stoviglie:
Lavaggio eco = cottura a bassa temperatura (50° - 55° C)
Lavaggio normale = cottura a media temperatura (60° - 65° C)
Lavaggio intensivo = cottura a medio alta temperatura (70° - 75° C)

Ovviamente è necessario qualche accorgimento perché gli alimenti non vengano in contatto con il detersivo e l’acqua di lavaggio; è quindi importante che vengano chiusi ermeticamente in vasetti di vetro o sacchetti per il sottovuoto adatti alla cottura, comunque riutilizzabili  più volte.
In lavastoviglie si possono cucinare carni, pesci, molluschi, frutta, ortaggi, specialmente in quelle ricette
dove è prevista una cottura a bassa temperatura.

Qualcuno di voi ha già provato? Chissà...

Fonte: Gastronauta | Dissapore




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...