Moroccan Style



L'Estate si avvicina, e cresce la voglia di esplorare mondi e culture lontane...

Il Marocco è in Nord Africa, ma l'area delle sue influenze è davvero molto ampia ...arabi, spagnoli, francesi, è questo mix etnico ciò che dà al design marocchino il suo aspetto davvero unico e suggestivo.

Lo stile marocchino è caldo e molto accogliente, a tratti molto sontuoso, e persino sensuale.

Pieno di colori profondi e ricchi, caratterizzato da una piacevole sensazione speziata - a tratti piccante, proprio come nella tipica cucina del luogo - lo stile marocchino è ricco di tessuti e accessori molto particolari.

PARETI E COLORI

Lo stile marocchino ha un aspetto piuttosto rustico, le pareti sono molto materiche, con textures grezze che le donano un aspetto autentico.


Tipico del luogo è il Tadelakt, una sorta di cemento naturale trattato che caratterizza e impermeabilizza alla grande ogni superficie; per chi non lo conosce ne abbiamo già parlato QUI!

I colori ideali per richiamare quella sensazione di afa, il respiro del vicino deserto, sono colori profondi e ricchi.

Si racconta che il blu scacciasse gli spiriti maligni...e forse è per questo che il blu domina in ogni sua declinazione, dal turchese all'acquamarina, su infissi e porte; il resto è bianco, con accenti di giallo, oro e verde.


L'altra opzione per gli interni è usare  colori dai toni caldi, che ricordano la terra, accoppiati a quelli che compongono la tavolozza delle spezie.

Così la scelta cadrà su mattone, rosso, rosa, arancio e gialli, colori che prendono il nome dalle spezie, cannella, paprika, zafferano, curry, terra di siena bruciata.

Per completare una spruzzata di blu cobalto e un accento d'oro e d'argento, che renderà sontuosi gli ambienti.


Se non si amano i colori caldi, allora la scelta può cadere sui toni neutri morbidi - come crema, taupe e, soprattutto,  sabbia.
I colori speziati e brillanti possono essere lasciati come accento per essere utilizzati su una parete o negli accessori e tessuti.

PIASTRELLE

Le piastrelle costituiscono un aspetto molto importante nell'interior design interno marocchino.


Affascinanti, fatte a mano, con disegni esotici o moreschi, possono essere utilizzate per rivestire o semplicemente decorare qualsiasi superfice - pavimenti (toni neutri, che richiamano il colore della terracotta), pareti e tavoli.
Per un effetto etnico ed elegante la miscela migliore è quella che amalgama colori freddi, azzurri, verdi e turchesi.


TESSUTI E STOFFE

Le stoffe e i tessuti, leggeri e impalpabili, o pesanti e molto decorati, vogliono richiamare in questo stile l'atmosfera di tenda beduina.
A terra e sui divani il lusso di tappeti, arazzi e cuscini, realizzati in colori e tonalità sature e ricchi, in modelli opulenti; alle finestre tessuti leggeri e fluttuanti, in un mix di consistenze diverse opulento e sensuale.


ARREDI E COMPLEMENTI

Il colore da scegliere è il legno di colore scuro e intagliato, rustico e grezzo nell'aspetto; completano decorazioni in ferro battuto.


Inoltre spesso sono utilizzati separè traforati in metallo o legno come schermi divisori; a completare lampade e lanterne con motivi intagliati che lasciano passare la luce e creano ombre affascinanti.


Tocco finale l'inserimento di teiere decorate, ma attenzione a non esagerare per scongiurare l'effetto bazar!

Immagini: Lonny Mag



Piccoli spazi su misura



Lavorare con i piccoli spazi non è semplice; soprattutto quando l'intervento è localizzato e non può spaziare e coinvolgere tutto l'ambiente, che magari è stato già ridisegnato.
Soprattutto, per ottenere un buon risultato, spesso non basta la buona volontà ma serve una progettazione mirata e di dettaglio, insomma un progetto su misura.

Infatti, inutile negare che per una sistemazione adeguata di un piccolo spazio raramente ci si può basare su arredi ready made; la soluzione vincente (e si, anche dispendiosa!) è la realizzazione di arredi tailor made, cioè arredi su misura, magari smart e polifunzionali, che racchiudono e risolvano varie funzioni e esigenze in uno spazio davvero ridotto!











Terremoto, SMS al 45500 per donare



Continua il terremot in Emilia Romagna; oggi nella mattinata altre 3 scosse di forte intensità hanno provocato nuovi crolli e la morte di almeno 15 persone.

Per far fronte all'emergenza da stasera alle 19.00 sarà possibile, inviando un SMS al 45500, donare 2 euro in favore della Protezione Civile, assolutamente necessaria nelle zone colpite.

La raccolta fondi terminerà il 26 di giugno.



In my bedroom



Indecisi su come decorare la parete dietro il letto?
Di seguito qualche spunto per una soluzione originale e personalizzata!








Immagini: Lonny Mag



Minimalismo, rendiamolo affascinante




Il Minimalismo è affascinante ma puntare sul Total White può a volte caratterizzare gli ambienti in maniera troppo fredda e impersonale.
Ecco qualche accorgimento per stemperare il rigore di questo stile e donargli un maggior fascino!


1. Innanzitutto Bianco 9010 a oltranza va bene, ma si ha un effetto cool utilizzando anche colori come il Taupe o il Greige;


2. Introdurre un pattern vistoso, che attiri l'attenzione divenendo punto focale non è una saggia idea se si vuole mantenere un'impronta Minimalista: si invece a pattern delicati, tono su tono;


3. Nello scegliere i tessuti e i complementi d'arredo privilegiare il lino e le stoffe grezze nei toni neutri e del bianco;


4. Per il pavimento, utilizzare materiali semplici e compatti, che rimangano in una palette dei colori neutra.



Colori fluo in cucina!



Gorenje presenta The Touch of Light, la nuova collezione di elettrodomestici disegnati da Karim Rashid, caratterizzati dai colori fluo e da un aspetto futuristico e minimale.

Protagonisti indiscussi nel campo dell'illuminazione e dell'architettura, i LED rivestono un ruolo centrale nella collezione disegnata da Karim Rashid; elemento sia decorativo che funzionale, permettono di illuminare con colori fluo gli elettrodomestici rendendoli originali e moderni.


Posizionati all'interno della maniglia, elemento distintivo della linea, i LED la illuminano per l'intera lunghezza dell'elettrodomestico e ne costituiscono la particolarità e la principale attrattiva estetica.

Gorenje, che produce elettrodomestici a basso impatto ambientale, offre grazie a rashid una soluzione che permetta di cambiare il colore della superficie esterna dei propri elettrodomestici in base al proprio umore ed al proprio gusto.

Colore touch

Il colore infatti può essere modificato a proprio piacimento con un semplice touch scegliendo fra 7 diverse varianti cromatiche: MysticWhite, BabyPink, HotPink, DeepPurple, SkyBlue, LimeGreen, JuicyOrange.
Sette colori, cascuno diverso, volendo, per ogni giorno della settimana, per momenti diversi di una stessa giornata, per diversi stati d'animo, per sintonizzare la casa aullo stato d'animo di chi la abita.


"Ritengo che i nostri spazi dovrebbero essere morbidi, curvi e concettuali, inglobare tecnologia, immagini, trame e molti colori. Le forme curve sono morbide e creano un ambiente più amichevole - afferma Karim Rashid - Il rosa, invece, dà energia, è luminoso, seducente. Esistono così tante tonalità di rosa da rispecchiare ogni stato d'animo e ogni personalità. Inoltre, ha la capacità di comunicare l'immaterialità e l'ottimismo. Il rosa è il nuovo nero!".


La collezione Gorenje designed by Karim Rashid, è disponibile in due versioni, una con LED statico ed una con LED intercambiabile e comprende cappa, forno e piano cottura a induzione, declinati in vari modelli, per personalizzare con la luce la propria cucina.


Info: Gorenje



a CAFElab piace... New York di Saba



New York è la poltroncina prodotta da Saba e presentata ai Saloni 2012.
Una forma eclettica, caratterizzata da una struttura veramente leggera e minimale in tondini di ferro e un sapiente e bilanciato uso dei materiali la rende adattabile facilmente a qualsiasi ambiente.


L'imbottitura ergonomica di New York, rendendo omaggio alla Grande Mela, presenta una versione uptown e downtown, intercambiabile, che la rende estremamente versatile ed allo stempo tempo easy.
Il design è di Sergio Bicego.




Info: Saba



Verde e piccoli spazi



Chi l'ha detto che per avere un giardino che lascia "a bocca aperta" ci vogliono ettari di terreno?


Certamente per chi ha una grande estensione da destinare a verde il lavoro è più facile, ciò che si vuole ottenere può essere più o meno formale, possono trovare posto alberi e arbusti di grandi dimensioni e diversa varietà.
Ma, attraverso un progetto accurato e puntuale, anche chi dispone di spazio limitato all'aperto può avere il suo angolo per rilassarsi e sognare, per isolarsi dal mondo esterno e rifugiarsi nel verde, per tuffarsi in acque fresche e riposanti...


Il progetto di GardenLife, firma australiana, ne è un esempio; dimensioni ben calibrate e materiali perfettamente armonizzati rendono questa soluzione "su misura" estremamente gradevole dal punto di vista estetico e perfettamente funzionale. Il verde lussureggiante poi conferisce a questo piccolo spazio un'atmosfera  tropicale.


Info & foto: GardenLife



Colore, colore, colore! (1)


newsletter
subscrive

Decorare i propri ambienti con il colore può essere divertente e stimolante, sicuramente un metodo economico per ottenere risultati anche stupefacenti! La scelta del colore delle pareti è solo il punto di partenza; i passi successivi sono legati ai tessuti e ai complementi d'arredo, rigorosamente coordinati.

Ecco qualche accorgimento e regola di base da seguire per non sbagliare clamorosamente gli accostamenti...

1. LA RUOTA DEI COLORI

La ruota dei colori ha 12 segmenti diversi e si basa sulla teoria (fisiologicamente non corretta) che fissa 3 colori primari: Rosso, Giallo e Blu.
I colori secondari, verde, arancio e viola vengono creati combinando i colori primari.
Le rimanenti parti della ruota sono realizzati in colori primari mescolati con i colori secondari, e sono chiamati complementari.
Se si sceglie di utilizzare la ruota dei colori per decorare, la teoria dice che è possibile creare uno schema da un solo segmento della ruota, lavorarando con un solo colore.
Naturalmente il colore scelto andrà declinato secondo toni più scuri e più chiari, per creare una varietà di tintee sfumature differenti.
In alternativa è possibile scegliere due o tre colori posizionati uno accanto all'altro sulla ruota - per esempio verde, giallo-verde, giallo - ma a volte questa soluzione non ha esiti felici.
Un'altra opzione prevede l'utilizzo di colori che sono opposti sulla ruota, o tre colori equidistanziati.


2. CREARE UN MOODBOARD

Creare un moodboard non è un'operazione facile e immediata: innanzitutto vanno raccolti campioni (anche in formato dgitale) dei tessuti o dei colori che si vorranno utilizzare. Quindi i vari colori e materiali vanno bilanciati fra loro, cercando di creare il giusto rapporto che coinciderà poi con quello reale dell'ambiente su cui si sta lavorando. Va valutato, infatti, qual'è il colore predominante nell'ambiente dove si va ad intervenire, cioè quello del pavimento. Quindi si sceglie una sfumatura adatta per i soffitti, anch'essi influenti nell'economia della stanza in maniera preponderante (se non si vuole esagerare, Bianco 9010 per non sbagliare!).
Infine si introducono accenni di colore negli arredi e nei tessuti, inserendo se possibile una parete colorata del colore scelto.

Info: CAFElab.it - Colore e arredamento



Colore, colore, colore! (2)




Le disavventure del giovine architetto



Stamane il giovine (mica tanto) architetto, fra i mille impegni che quotidianamente un libero professionista deve affrontare per far quadrare il bilancio
dato che lui, lo stipendio pubblico, non ce l'ha
deve consegnare una Chiusura Lavori, incombenza semplicissima, pochi minuti di fila al comune per consegnare un paio di fogli ed è fatta.
Così pensava, l'ingenuo.

Il Comune ha cambiato sede!

Premessa: a Roma non c'è solo il Comune di Alemanno, ce ne sono 20!
Ognuno con i suoi orari, le sue regole, il suo pontatico, le pene per l'abigeato e così via.
Questo in particolare è bellissimo, moderno, con un parcheggio interno, gratuito!
Se non che... l' ufficio tecnico e il suo relativo protocollo hanno cambiato sede!
Saranno al piano superiore!? Nel palazzo di fronte?!?

No.

Sono proprio in un'altro quartiere, 10km da li, come se l'ufficio tecnico di Albano si spostasse a Genzano.
Ma tanto: "oggi sono aperti tutto il giorno" dice la solerte impiegata.

la mappa dei municipi di Roma

Aperti tutto il giorno

Cioè dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 16:30, 6 ore.
Curioso come il concetto di full time cambi se sei libero professionista.

Il giovin (magari) architetto, dopo essersi procurato un cordiale per rinfrancare i poveri dipendenti pubblici stremati da 6 ore di lavoro, s'avvia.
Ma un'altra amara sorpresa lo attende:

Riunione in Dipartimento

Eggià l'ufficio è chiuso, tutti i tecnici sono in "riunione al Dipartimento" proprio in uno dei soli 2 giorni di apertura a settimana, che sfortuna...
"Dovrà tornare Martedì dalle 8:30 alle 12:30" dice il bidello,
Si, perché solo di Giovedì l'ufficio è aperto "tutto il giorno"


Point Break

L'architetto, con il suo foglietto stretto fra le mani ha un piano: irrompere negli uffici in stile Point Break mascherato da Brunetta!
(un Brunetta un po' alto, modestamente)
Per sua fortuna il portiere lo fa comunque entrare: il protocollo è aperto, la missione è quasi compiuta!!

ritaglia e spaventa il tuo impiegato statale

Quasi... infatti:

I computer sono rotti

Non si è staccato il cavo del mouse, come tu che leggi maliziosamente hai pensato!
Tutta la rete comunale è giù e le pratiche non si possono certo protocollare a mano, ci mancherebbe!
Bisogna aspettare
dice l'impiegata e se ne va a prendere il caffè!!!

E io sono qui, su questa panchetta, aspetto...



Mini-cucina


 
Cucina piccola? Evidenziala con il colore!

Che colpisce immediatamente in una cucina? Se la risposta è che sia esageratamente piccola, allora forse è l'occasione giusta per evidenziarne il volume con il colore.

In questo modo diverrà un ambiente piccolo si, ma circoscritto, un piccolo rifugio insomma!