Frank Lloyd Wright e la cuccia del cane



newsletter
subscrive

 
Parliamo della casa del cane realizzata per Jim  Berger da Frank Lloyd Wright: il celeberrimo architetto ha progettato la domus canis nel 1956. Il padrone del cane scrisse al famoso architetto chiedendo se avrebbe fatto una casa appropriata per il cane della famiglia Berger, un labrador nero di 4 anni di nome Eddie. Il ragazzo, avrebbe precisato nella sua lettera che per coprire le spese del progetto e dei materiali avrebbe impegnato i soldi guadagnati dalla sua pista ciclabile.
La casa alla quale il ragazzo si riferiva era la Robert Berger House a San Anselmo, California, progettata da Wright come una sorta di prototipo delle case Usoniane. Wright fornito i piani per la casa $ 15.000, mentre Robert Berger, un ingegnere, avrebbe costruito la casa interamente dal suo proprio mezzo, un progetto che avrebbe preso 20 anni per completare. Si dice che in un primo momento, Wright avrebbe gentilmente declinato, citando il suo programma fitto di appuntamenti, ma poi ha suggerito al giovane Berger di scrivergli più in la nel corso dell'anno... "Una casa per Eddie è un'opportunità», rispose Wright, "Un giorno ne progetterò una".



Dopo aver scritto all'architetto una seconda volta, il ragazzo è rimasto sorpreso di ricevere una serie completa di disegni per una piccola capanna triangolare la cui forma si inchinò alla geometria esagonale della pianta della casa. Tra i vari disegni, ci sono dettagli wrightiani come un ingresso appariscente nascosto sul lato opposto della struttura e il tetto basso con un generoso sbalzo. La cuccia non fu costruita fino al 1963, quando sono state fatte le modifiche alla casa. Purtroppo, né Eddie né di altri cani della Berger l'hanno mai utilizzata, e la struttura è stata smantellata dopo soli 10 anni.




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...