Manifold clock


Da Ve Studio un nuovo modo di leggere l'ora.
L'orologio stesso cambia forma e colore durante la giornata.
In vendita sul sito in vari colori a 45$



Manifold Clock from Studio Ve on Vimeo



Approvato il Milleproroghe



Approvato il Decreto Milleproroghe; il testo finale quello nel maxiemendamento presentato dal Governo mercoledì scorso alla Camera, dopo che il Presidente della Repubblica aveva sollevato dei dubbi di costituzionalità su alcune misure previste nel provvedimento.

La scadenza relativa alla Sanatoria Catastale per gli Immobili Fantasmi ( DL 78/2010, art. 19, commi 8 e seguenti) è stata prorogata di un mese (dal 31 marzo al 30 aprile 2011); per chi non sarà in regola dopo tale scadenza, sarà applicata una rendita presunta che, insieme alla rendita definitiva, produrrà in maniera retroattiva effetti fiscali dal 1° gennaio 2007.
Inoltre  la norma che sospendeva fino al 31 dicembre 2011 in Campania le demolizioni di immobili realizzati in violazione dei vincoli paesaggistici per  soggetti sforniti di un altro alloggio è stata cancellata.



CAFElab: pubblicità!



CAFElab

architetti a Roma

info@cafelab.it
www.cafelab.it



Prima casa, IVA al 4%


 
L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione22/E, in risposta al quesito di un cittadino, socio di una cooperativa edilizia che realizza abitazioni non di lusso in merito all'IVA da pagare su voci extracapitolato, ha chiarito che godranno dell’aliquota Iva agevolata al 4% gli interventi migliorativi realizzati su un’abitazione in costruzione, che il proprietario commissionerà direttamente alla stessa impresa che sta realizzando la sua "prima casa".


Il regime agevolato si applica solo ai contratti di appalto per la realizzazione ex novo di abitazioni non di lusso, negli interventi aggiuntivi migliorativi, pagando direttamente all’impresa queste opere extracapitolato.


Il committente dei lavori può essere imprese, oltre a un privato cittadino, cioè persone fisiche in possesso dei requisiti ‘prima casa’, un costruttore per la rivendita o le cooperative edilizie e loro consorzi.

Gli interventi di miglioria extracapitolato non sono da intendersi come "ristrutturazione edilizia", poichè l’alloggio non è ancora completamente realizzato; tuttavia questo tipo di prestazioni si inserisce nel processo di costruzione dell'immobile, sotto forma di inserimento di particolari materiali, finiture o accorgimenti costruttivi destinati ad assicurare una migliore funzionalità dell’alloggio.



Lavorare con un architetto


newsletter
subscrive

Se avete intenzione di ampliare o modificare la vostra casa o i vostri locali commerciali, un architetto vi aiuterà a tradurre la vostra visione in realtà.
Un architetto può aiutare a trasformare i vostri piani nella realtà che soddisfa le vostre esigenze nel modo più corretto.

Rapporto qualità / prezzo

Un buon design è economico per sua natura e incrementa il valore della vostra proprietà.
Un architetto vi può aiutare a trovare il costruttore giusto al prezzo giusto.
Una buona progettazione consente di ridurre i costi di gestione con un migliore utilizzo degli spazi e dei materiali.

Esperienza al di là del disegno
Un architetto vi può guidare attraverso le complesse procedure di progettazione secondo le norme edilizie, di salute e sicurezza, conosce i metodi di lavoro del settore edile e vi può assistere nelle relazioni con altri professionisti, un ingegneri strutturali o un geometri per esempio.

I risultati

Un architetto sa interpretare le vostre idee con immaginazione, creando ambienti che funzionano bene per chi li deve vivere.

liberamente tratto dal sito web della Royal Society of Ulster Architects



il Tadelakt


newsletter
subscrive

Il Tadelakt (in arabo: levigato, liscio) è una tecnica di intonacatura che permette di realizzare finiture di grande pregio ed effetto.
Originaria di Marrakech, si realizza con una speciale calce viva prodotta in vecchie fornaci a legna e pigmenti naturali.
Anticamente veniva usato per assicurare la impermeabilizzazione delle riserve d’acqua, prima di diventare il materiale tradizionale degli Hammam e dei bagni nei Riad e nei Palazzi della Medina.
Veniva considerato “il marmo dei poveri” perché permetteva di realizzare economicamente un rivestimento dai toni piacevoli con caratteristiche simili a quelle del marmo.

Il colore viene incluso nella massa per creare un colore profondo e satinato.

Può essere applicato senza interruzione per rivestire pareti, docce, vasche da bagno, sanitari e piscine.
È infatti ideale per gli ambienti umidi perché è impermeabile e respira allo stesso tempo, inoltre il suo PH molto elevato ne garantisce la protezione da muffe e funghi.

Una splendida variante del tadelakt è la lavorazione devoré che consiste nell’incidere il prodotto finito e asciugato creando rosoni, nastri, decorazioni e geometrie.


Come si realizza

La posa è un operazione delicata che richiede pazienza, grande manualità e comunque anni di esperienza.
La calce va applicata come un intonachino in due o più strati “fresco su fresco” su fondi ruvidi e assorbenti imbibiti con acqua.
Successivamente va lavorata con due particolari pietre di fiume levigate, la prima, più ruvida, di calcare duro, ha la funzione di compattare e chiudere eventuali imperfezioni della superficie.
La seconda pietra, di granito, serve a lisciare e lucidare.
Il giorno successivo all’applicazione, sulla calce ancora umida, si applica il sapone nero a base di olio di palma e si passa la seconda pietra.
La superficie così lavorata risulta di grande effetto estetico, impermeabile e dall’aspetto leggermente ondulato e brillante, molto simile allo stucco veneziano.


immagine tratta da: Tadelakt Originale



Adi Impresa docet: Alias



Si svolge il 22 febbraio il IV incontro IMPRESA DOCET
Promosso dal Dipartimento Imprese ADI per far conoscere agli studenti di design il metodo di lavoro e la cultura professionale di alcune tra le più importanti aziende del design italiano.

Nei 120 minuti dell'incontro Alias si racconta attraverso le parole di Renato Stauffacher, presidente; Riccardo Blumer, designer; Andrea Sanguineti, direttore Marketing e Comunicazione.

Impresa docet: Alias
22 febbraio, ore 17-19
POLI.design – Consorzio del Politecnico di Milano
via Giovanni Durando 38/A, Milano



Stickers e coscienza ambientale



Da HU2 una collezione di divertenti stickers per la casa che ci ricordano di non sprecare energia.

Realizzati in materiale vinilico adesivo non contente PVC nè clorina sono acquistabili sullo store online si HU2




I colori di Le Corbusier



La svizzera Kt.COLOR ripropone i colori utilizzati da Corbu in una esclusiva mazzetta di 63 tinte dipinte a mano e in soli 240 esemplari.


Le sofisticate teorie del colore di Le Corbusler illustrate nel suo Polychromie Architecturale, sono state raccolte e selezionate in un volume.

La serie LC 32 di 43 colori scelti da Le Corbusier nel 1930 è stata organizzata in gruppi in base al mood.
Vi si trovano anche i 20 colori della serie LC 43 scelti nel 1950.

Il libro è dotato di una mascherina con cui si possono selezionare gruppi di 3-5 colori.



CAFElab: pubblicità!



CAFElab

architetti a Roma

info@cafelab.it
www.cafelab.it



Biscotti Pantone!



Biscotti ispirati ai colori Pantone realizzati dalla designer e illustratrice americana Kim Neill come regalo di Natale per i suoi clienti.
Sul suo blog KimCreativeStar.com c'è anche la ricetta






Lascia un commento!



Molte carte da parati sono belle, moderne, spiritose...poche sono come questa, interattive!
Gli spazi bianchi, sagomati a forma di nuvoletta da fumetto, sono l'ideale per scrivere un pensiero, un aforisma o addirittura il romanzo della vita...




Sanatoria catastale, si slitta al 30 aprile


newsletter
subscrive


Con l'ottenimento della fiducia al Senato del maxiemendamento contenete il Milleproroghe, slitta dal 31 marzo al 30 aprile 2011 il termine per la sanatoria catastale. Dopo tale termine finisce la possibilità di presentare le istanze di aggiornamento catastale per gli immobili non dichiarati, modificati o che hanno perso il requisito di ruralità; a chi non rientra in tale sarà applicata una rendita presunta che, insieme alla rendita definitiva, produce effetti fiscali dal 1° gennaio 2007.



Gold!



Oro è glamour...ma senza esagerare!






 







Casa sull'albero: come realizzarne una davvero eco-chic!



I principi fondamentali del costruire sostenibile generalmente tendono a rispettare i seguenti punti: ridurre al minimo l'impatto sul sito, minimizzare il consumo di energia, zero rifiuti, l'uso di materiali con un lungo ciclo di vita , e soprattutto non costruire più dello stretto necessario.

C'è chi considera una casa sull'albero come "il modello perfetto" per l'edilizia sostenibile.


1. Ridurre al minimo l'impatto sul sito:
Una volta che si è scelto l'albero, questo deve essere alimentato, irrigato e protetto dai danni provocati dai veicoli di costruzione. A differenza del suolo, le radici e la corteccia non possono essere scavati e danneggiati con la promessa di una successiva riparazione. Se un albero viene mortalmente ferito, tutto ciò che è stato costruito su questo cesserà di esistere e morirà con lui...


2. Ridurre al minimo il consumo energetico consente di risparmiare energia:
per capire realmente quanto energia viene impiegata/sprecata di solito, e di conseguenza ottimizzare tempi e modi, si consiglia di portare da sé ogni elemento che sarà necessario sull'albero, da soli.


3. Rifiuti Zero:
nel costruire una casa sull'albero, per i rigiuti vale lo stesso principio validato per l'energia: di solito, i costruttori di questo particolare tipo di case buttano davvero poco nella spazzatura e tendono a riutilizzare/riciclare in altri usi gli scarti di lavorazione.


4. Utilizzare materiali con un ciclo di vita lungo:
poichè è una gran seccatura ridisegnare o riparare l'esterno di una casa sull'albero, con conseguente progetto per i ponteggi (gli alberi non hanno linee rette!) Il costruttore di una casa sull'albero pone un'attenzione estrema alla selezione di materiali durevoli con poca necessità di manutenzione.


5. Essere concisi:
dimensionare il costruito in maniera corretta ha molti benefici sul verde, riduce i costi materiali e i costi dell'energia, e rende a misura d'uomo e quindi più leggero l'impatto ambientale.


L'albero e la casa che ospita, ci insegnano che se non costruiamo in un modo sano e sostenibile, è solo una questione di tempo prima di uccidere l'ambiente naturale che ci sostiene.



Contattare CAFElab


Hai suggerimenti da darci? Qualche dubbio da chiarire?
Vuoi ricevere qualche informazione da noi?
Compila il modulo sottostante.


Html email form powered by 123ContactForm.com | Report abuse