Ottenere la perfetta illuminazione: sogno o realtà?




E' risaputo che per modificare (in positivo) uno stato d'animo basta provare ad accendere una lampada e creare la giusta atmosfera, ma come non sbagliare nella scelta e nella disposizione dei corpi illuminanti? Se si sbaglia, si rischia di provocare sonnolenza o mal di testa perfino provocare incidenti durante l'esecuzione dei compiti più semplici...

Quindi, per prima cosa va considerata la funzione primaria che si svolge nella stanza, i punti focali, dove ci si siede, la combinazione di colori già esistente.

L'illuminazione può essere ambientale o d'accento.
La prima può venire da una fonte centrale, come una plafoniera o da una sospensione. In questo caso bisogna ottenere un livello di illuminazione corretto per eseguire le attività quotidiane, ma è possibile aggiungere dei dimmer per, all'occorrenza, alterare l'atmosfera.
L'illuminazione d'accento invece crea un effetto più drammatico ed è eccellente per evidenziare i punti focali e alcune delle cose che preferisci. Per ottenere un effetto d'accento efficace, è necessario fornire tre volte il livello di illuminazione generale, scegliendo la fonte di illuminazione appropriata.


Esistono in commercio numerose alternative.

- Lampade a incandescenza
Economiche, ampiamente disponibili in varie forme e dimensioni, e facili da installare, le lampade a filamento sono una scelta popolare.

- Alogeni
Tecnicamente un sottoinsieme di lampade a incandescenza, gli alogeni combinano i filamenti al gas luminoso per creare una luce più bianca. Anche se queste lampadine sono in genere più costose di quelle a incandescenza, durano più a lungo e con un fascio controllato, con praticità consentono di controllare tutti gli effetti dell' illuminazione.

- Fluorescenti
Disponibile in lunghi tubi e lampadine compatte, le lampade fluorescenti sono più luminose, consumano meno energia ed emettono poco calore.


Quale scegliere? Il trucco è quello di abbinare il tipo di sorgente luminosa con il tipo arredamento presente, integrandola nel disegno completo del progetto.

Una stanza con materiali e toni caldi funziona bene con le lampade a incandescenza, con toni più freschi, gli alogeni bianchi sono la scelta migliore, poichè hanno una migliore resa cromatica. Per l'efficienza energetica, però, meglio scegliere le fluorescenti, in particolare nelle zone dove si tende a lasciare luci accese, per esempio corridoi, cucine e lavanderie.




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...