Opposizione: Piano Casa Lazio illeggitimo?




Il nuovo Piano Casa della regione Lazio è già sotto accusa per illegittimità costituzionale da parte del Consigliere regionale e capogruppo dei Verdi Angelo Bonelli, secondo il quale la legge presenterebbe aspetti controversi in materia di tutela Ambiente e Beni Culturali. Sotto accusa la possibilità di intervento nelle aree di interesse archeologico non vincolate con un provvedimento dell’Amministrazione competente, per le quali, se un accertamento dimastra l’inesistenza di beni da tutelare, la realizzazione degli interventi non necessita di autorizzazione paesaggistica.

Fondamentalmente viene denunciata un’invadenza delle competenze statali sulla tutela ambientale, dove le deroghe ai Piani territoriali paesistici e al Piano territoriale paesistico regionale violerebbero l’articolo 9 della Costituzione.

Stesso discorso per gli ambiti naturali costieri dove i contenuti del Piano Casa sarebbero in contrasto col principio della tutela minima, previsto dalla Legge 394/1991, e violerebbero l’articolo 117 della Costituzione, sconfinando nella competenza dello Stato, considerando che l’ambiente costituisce un ambito di interesse pubblico.

A tale proposito Bonelli ha inviato due lettere ai Ministri competenti in materia di Ambiente e Beni Culturali per indurli a valutare quanto scritto e procedere poi eventualmente all’impugnativa del nuovo Piano Casa.


Sarebbe bello se questa preoccupazione per l'ambiente si estendesse anche alla quotidianità, parchi, giardini e piazze dimesse e non fosse limitata a quegli ambiti che garantiscono un ritorno di attenzione da parte della comunità (di elettori?)




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...