E' ora di progettare il bagno!




1. CONSIDERAZIONI DI BASE

Probabilmente la sfida più grande nel progettare un bagno è trovare un modo per ottenere lo stile e i servizi che si desiderano, entro i limiti di quella che è probabilmente la più piccola stanza della casa.
Un fattore limitante nel rimodellare un bagno esistente è dato dal posizionamento dei tubi idraulici esistenti e dei cavi elettrici; ri-progettare un bagno diventa relativamente facile se non si decide di spostare i sanitari.
Se si apportano cambiamenti radicali nel layout esistente, è necessario indagare se si può o no realizzare quello che si desidera senza apportare modifiche strutturali.


2. PIANIFICAZIONE

Prima di cominciare, con l'aiuto di un progettista che stabilisca i distacchi e le distanze necessarie nel posizionare gli elementi del nuovo bagno, è bene avere a disposizione di un disegno dettagliato del nuovo ambiente, che contenga possibilmente:

  • tutti i dettagli delle pareti, comprese le posizioni di porte e finestre;
  • la larghezza e la lunghezza di armadi, mobili e vasca;
  • la distanza dalla parete più vicina al centro del wc per determinare la posizione degli scarichi;
  • le posizioni delle prese elettriche, interruttori e accessori.


3. LAYOUT

I più comuni tipi di layout per il bagno possono ridursi a quattro:

  • Un bagno dove si ha la vasca o la doccia, il lavabo e i servizi igienici disposti lungo tutta una parete. Questo layout è generalmente il più economico, e in generale il design può risultare meno interessante.
  • Un bagno a forma di L, dove il lavabo e i sanitari sono posti sulla parete laterale, che di solito è la più lunga, con la vasca o la doccia contro la parete posteriore. Questa disposizione ha il vantaggio di ridurre il look "corridoio", e permette di situare gli scarichi sulla stessa parete.
  • Un bagno tipo "corridoio", dove in genere si ha la vasca da bagno o la doccia lungo una parete laterale e il lavabo e i sanitari lungo la parete opposta .
  • Un bagno a forma di U, dove gli apparecchi sono disposti su tre pareti; dà generalmente al bagno un aspetto più spazioso, ma richiede anche un ambiente relativamente grande, magari una stanza di forma quadrata quadrata.

4. LET'S GO!

Il primo passo consiste nel posizionare la vasca o la doccia, assicurandosi di avere sufficiente spazio di accesso e di manovra.
Quindi si colloca il lavabo e relativo piano di appoggio, se presente, tenendo conto di averlo distanziato dalla porta per non creare un ingombro inutile.
Quindi i sanitari, che occuperanno minimo uno spazio di 120 cm. Se necessario, pianificare la disposizione di spazi contenitivi o di servizio, ad esempio per posizionare una lavatrice.

In ultimo, determinare i colori, i materiali di finitura, l'illuminazione, i dettagli di stoccaggio e gli accessori...
et voilà! Sulla carta il nuovo bagno prende vita!



INFORMAZIONI E PREVENTIVI
per dare una nuova immagine alla tua casa o al tuo luogo di lavoro, non esitare a contattarci:

CAFElab - Studio di architettura

www.cafelab.it
info@cafelab.it




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...