Casa Passiva: 3 domande e 3 risposte




post allegato alla newsletter del 03/06/10 per abbonarti clicca qui


Dispersioni energetiche in relazione all’apertura delle finestre

Cosa si intende per passivo in una Casa Passiva?
Il sistema di riscaldamento - che provvede principalmente a riscaldare la casa stessa attraverso una conquista del calore - così che sarà necessario solo un minimo di riscaldamento attivo ausiliario.
Il presupposto necessario per ottenere ciò è dato dalla disposizione dell‘isolamento termico e l’alta efficienza termica dei materiali isolanti utilizzati.
Il calore rimane immagazzinato all’interno della casa e non è più necessario produrlo attivamente.

E‘ possibile aprire le finestre all’interno di una Casa Passiva?
Si, ma non è più doveroso. Infatti la tradizionale ventilazione tramite le finestre necessita le attenzioni e l’attività dell’inquilino,
molto diverso è ciò che avviene in una casa passiva:
Il sistema di aerazione provvede ad una ventilazione interna costante ed automatica, elimina l’umidità e migliora nettamente il benessere interno.
Non si percepiscono correnti o angoli freddi all’interno dell‘abitazione mentre si ottiene un continuo ricambio d’aria.
Grazie al sistema dei filtri presenti, polvere e pollini rimangono all’esterno.
Rimane in ogni caso la possibilità di aprire le finestre quando lo si desidera; ad esempio in estate per recuperare più rapidamente aria fresca durante la notte.

Quali sono le caratteristiche principali delle le finestre in una Casa Passiva?
Le aperture, oltre a permettere la massimizzazione del passaggio della luce,
fungono in primo luogo come collettori passivi di calore; tutti gli infissi avranno elevate prestazioni di isolamento termico.


Ponte termico dovuto allo scarso isolamento in corrispondenza delle tubazioni


Le grandi superfici vetrate dovrebbero essere orientate a Sud - essendo il sole più alto in estate - con questo orientamento la maggior parte dei raggi viene riflesso dalle finestre e la radiazione solare è limitata;
Molto spesso un orientamento verso Est od Ovest conducono più facilmente ad un surriscaldamento.
La scelta delle aperture dovrà essere quindi progettata con particolare attenzione, oltre alle normali rilevazioni del progettista relative alla latitudine e alla morfologia del luogo.

arch.Flavio Cucina
Bibliografia: IG - Passivhaus Deutschland




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...