Come realizzare una suite privata





post allegato alla newsletter del 19/05/10 per abbonarti clicca qui

Nel corso degli ultimi anni, una delle tendenze in crescita nel nostro settore riguarda la creazione di suites private nelle case.
La master suite può essere semplicemente una grande camera da letto dotata di un bagno privato oppure una suite composta da diverse stanze.
Tipicamente è composta da una camera da letto, una cabina armadio e da un bagno.

Se la camera da letto è molto grande, si cerca di ricavare magari dietro il letto, uno spazio da dedicare alla cabina armadio, davvero comoda per organizzare in maniera razionale il proprio guardaroba, eliminando l'armadio e creando così una sensazione di spazio di fronte al letto.

Un discorso a parte merita il bagno; di solito si cerca di rendere il bagno esistente più grande e più lussuoso, a volte riorganizzando semplicemente quello esistente, oppure cercando di recuperare spazio da altre stanze limitrofe, per ampliarlo quanto serve a renderlo davvero comodo.
Il bagno padronale moderno dovrebbe trasmettere ai proprietari di casa un senso di pace e di rifugio dallo stress della vita quotidiana.

In quest'ottica l'ambiente bagno deve diventare uno spazio molto personale.

Spesso, l'aggiunta più richiesta, è una grande doccia, dotata di funzioni multiple, come soffioni e diffusori per il corpo, o ancora idromassaggio, cromoterapia e persino aromaterapia; magari se lo spazio lo permette, dotata di comodi sedili, anche in muratura, per godere di queste innovazioni.

L'illuminazione è molto importante; può essere semplice con plafoniera a soffitto oppure con lampade ad incasso, ma a volte per comunicare una sensazione di lusso basta aggiungere un lampadario sopra la vasca o nel centro della stanza.
Molto indicati sono poi i regolatori d'intensità luminosa che permettono di regolare la luce sulle proprie necessità e umore, e all'occorrenza regalano un tocco romantico al bagno.

Per pavimenti e rivestimenti ci sono possibilità infinite: ceramica, gres porcellanato, pietre naturali, calcare, marmo, granito ,ardesia ecc., magari con una finitura levigata, lucida, per raggiungere un aspetto morbido e più facile da mantenere.
Un pavimento riscaldato su cui camminare tranquillamente a piedi nudi è poi un lusso da non disdegnare.

I colori più utilizzati sono quelli neutri, come il bianco e il beige; i toni pastello, inoltre, soprattutto nei colori del verde o azzurro possono essere molto rilassanti.




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...