OGGI ILLUMINIAMO: la cucina!




post allegato alla newsletter del 17/02/10 per abbonarti clicca qui

Il progetto dell'illuminazione della cucina viene spesso trascurato. La disposizione delle lampade invece è molto importante e va studiata non solo come elemento funzionale, ma anche come elemento estetico ed emozionale: si può infatti ottenere un ambiente caldo e familiare attraverso un giusto rapporto di luci ed ombre.

La cucina e' un ambiente di lavoro particolare, che ha bisogno di una illuminazione di buona qualita', intensa e senza ombre.

Il piano di lavoro è la zona critica della cucina.
Lungo i piani di lavoro si svolge tutta l'attività: si scelgono e si preparano i cibi, si tiene sotto controllo la cottura, si leggono le ricette, si verifica la pulizia delle stoviglie. Sappiamo tutti che la valutazione del colore e della consistenza degli alimenti e' fondamentale.

Per questi compiti visivi i livelli di illuminamento consigliati sono fra i 750 e i 1000 lux, mentre per altre zone della cucina destinate a ospitare funzioni che non richiedono uguale accuratezza, i livelli possono essere più bassi: fra 300 e 500 lux.


illuminazione centrale
lampada centrale: la luce proietta l'ombra sulla zona lavoro



faretti sottopensile
Apparecchi montati sul lato inferiore dei pensili in modo da rimanere celati alla vista perchè schermati sul lato frontale.
Per dimensionare questa schermatura è bene controllare anche le posizioni di coloro che, seduti all'interno del locale potrebbero essere disturbati dall'illuminazione diretta.

faretti su mensola

L'illuminazione diffusa generale e' comunque necessaria per ridurre i troppi contrasti di luce che affaticano la vista.




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...