OGGI ILLUMINIAMO: il soggiorno!



Illuminare l'abitazione è uno dei temi più specifici e impegnativi, le attività che si svolgono in casa sono molte, ogniuna con specifiche necessità.
Abbiamo deciso di raccogliere idee, spunti ed eperienze in una serie di brevi articoli, iniziando con quello che a noi sembra l'ambiente più importante della casa...


post allegato alla newsletter del 03/12/09 per abbonarti clicca qui

il soggiorno

Centro simbolico della casa, non c'è nessun altra stanza che può essere paragonata al soggiorno per il numero e la diversità delle attività che vi si svolgono.
Si guarda la TV, si legge, ci si rilassa, si mangia, si intrattengono ospiti, si gioca,

anche simultaneamente.

Sarebbe bene creare isole ognuna delle quali destinata principalmente a un'attività: l'angolo per la lettura o quello per la scrittura, quello per la televisione o per la conversazione; delle zone accoglienti e intime nelle quali si enfatizza il piacere di essere a casa.

La luce puo' essere di grande aiuto, al posto di un' illuminazione generale con un unico apparecchio e' bene intervenire in ogni zona con una luce dedicata che attiri pero' l'attenzione su piu' di un' area, guidando l'osservatore a soffermarsi su più punti, cogliendo più aspetti dell'ambiente.

lettura e scrittura

Sono attivita' che richiedono un alto livello di illuminazione, 400 lux, per leggere qualsiasi libro o giornale, per non affaticare gli occhi bisogna evitare che il resto dell'ambiente sia avvolto nel buio, ma prevedere un' illuminazione generale che smorzi i contrasti eccessivi mantenendo in più il giusto grado di intimità e concentrazione necessari.
Suggeriamo lampade da tavolo, piantane o anche faretti orientabili

paralume
paralume

televisione

Non dovrebbe mai essere guardata al buio, bisogna prevedere un' illuminazione tenue e schermata e ovviamente evitare riflessi sullo schermo

illuminazione corretta

  zona pranzo

Il tavolo da pranzo, in particolare, è il fulcro dell'ambiente e il luogo dove maggiore deve essere il comfort visivo.
L'illuminazione dovrebbe essere scenografica, bella ma soprattutto funzionale.
È necessario garantire una buona visione sia sul piano orizzontale per rendere ben visibile ciò che è distribuito sul tavolo, sia su quello verticale per facilitare la comunicazione fra commensali e rendere più gradevole il convivio.

È consigliabile ricorrere a un'illuminazione diretta con valori di illuminamento sulla superficie del tavolo tra i 300 e 700 lux o anche piu'.
Questi valori, sebbene molto alti, non sono eccessivi, anzi aiutano a valorizzare cristalli e argenti sulla tavola, in effetti e' una buona idea prevedere un sistema dimmerabile che vari l'intensità della luce a seconda delle occasioni.
I valori consigliati per l'area immediatamente circostante vanno da 70 a 200 lux (rapporto 1/3) da realizzare con applique a luce indiretta o piantane da terra.

La scelta migliore per illuminare il tavolo è un apparecchio a sospensione, realizzato in maniera da non abbagliare chi sta seduto, con un'altezza dal piano fra 70 e 90 cm, nel caso di tavoli lunghi o estensibili si potrebbe pensare a sospensioni multiple volendo di colori o altezze differenti oppure a sistemi orientabili.

abbagliamento

ostacolo

comfort




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...